Distretti produttivi

I Distretti sono una caratteristica storica fondamentale del sistema produttivo del Veneto. A differenza di altre regioni d’Italia e d’Europa, caratterizzate dalla presenza di grandi industrie, il Veneto è cresciuto e si è sviluppato, fino a diventare un “modello” studiato in tutto il mondo, basandosi su una rete di medie, piccole, spesso piccolissime imprese. La popolazione del Veneto conta circa 4 milioni e mezzo di abitanti e circa 450.000 imprese: un’impresa ogni dieci abitanti.
Queste piccole imprese, che negli anni del secondo dopoguerra hanno determinato la straordinaria trasformazione del Veneto da regione prevalentemente agricola a regione ricca e industrializzata, si sono organizzate a sistema in modo spontaneo, nei luoghi della tradizione rurale: le piazze dei paesi, le osterie, dove si incontravano gli artigiani, i piccoli imprenditori, gli amministratori dei comuni, delle casse rurali, scambiandosi non solo informazioni e consigli, ma occasioni di affari, e costruendo così una vera e propria rete di collaborazioni, di subforniture, e allo stesso tempo sviluppando il senso di “identità” che permette a una popolazione di persone e di imprese insediata su un territorio di riconoscersi come attore collettivo e di agire per affrontare i problemi che via via nascono nel sistema locale.
Nasceva così il sistema della divisione del lavoro fra le imprese che, assieme alla naturale creatività e genialità dell’imprenditore veneto, ha determinato quella estrema specializzazione del prodotto di qualità che è la caratteristica peculiare dei distretti veneti: imprese altamente specializzate, spesso nella lavorazione di una piccola parte del prodotto finito, vere e proprie nicchie di eccellenza.

Ultimo aggiornamento: 12/12/2017

?Copyright 2005-2007 Distretto Calzaturiero Veneto ?Tutti i diritti riservati.
Sede: via Mazzini, 2 30039 Stra (VE) Italy - Tel: +39 049.9801422 - Fax +39 049.9800503 - Email info@distrettocalzaturieroveneto.it
P.Iva 03161180272 - Con il contributo della Regione Veneto L.R. 8/2003 e delle Camere di Commercio di Padova e Venezia