Territorio e Ambiente: Riviera del Brenta

La Riviera del Brenta è un insieme di contrade e di angoli verdi sorti lungo l’antico corso di un fiume che unisce Padova a Venezia. Ha vissuto dal Cinquecento al Settecento un periodo aureo che l’ha trasformata in luogo di villeggiatura privilegiato dei ricchi patrizi veneziani. Sulle sponde del fiume si sono costruite decine e decine di ville progettate e affrescate da maestri dell’arte italiana.

Le crescenti difficoltà commerciali con l’Oriente e la scoperta dell’America indussero i Veneziani a investire i loro capitali nell’acquisto di ampi poderi. La bellezza dei paesaggi brentani, la fertilità della terra e la facile accessibilità acquea convogliarono lungo il Brenta le attenzioni dei patrizi. I vari poderi vennero messi a coltura e nelle aree prospicienti il fiume si innalzarono fastose abitazioni per permettere al signore di controllare da vicino il proprio investimento e alla sua famiglia di godersi le vacanze.
Le ville divennero sempre più raffinate e già nel Cinquecento sorsero gioielli architettonici come Villa Foscari progettata dal Palladio o Villa Soranzo affrescata esternamente dal fratello di Paolo Veronese. Nel secolo successivo si moltiplicarono le gradinate sull’acqua, i giardini popolati di busti e decori barocchi come a Villa Morosini.
Nel Settecento gli spazi si dilatarono attraverso sapienti giochi prospettici e fu il trionfo di Villa Pisani a Stra.
Le architetture delle ville colpiscono per le differenti tipologie che variano dalle austerità cinquecentesche al libero gioco delle fantasie seicentesche fino alle razionali costruzioni settecentesche. Non vanno dimenticate le chiese, ricche di tele preziose, e gli interessanti esempi di architettura minore.
Tuttora la Riviera del Brenta si presenta con giardini fioriti delle sue dimore nobili, con le ville aperte al pubblico, i riflessi acquei carpiti dalle statue, i salici lambiti dalla corrente. A far da contorno a questo patrimonio artistico e culturale, un popolo che custodisce la tradizionale abitudine all’ospitalità, il culto della gastronomia ittica, la dedizione all’artigianato, soprattutto calzaturiero.

Ultimo aggiornamento: 12/12/2017

?Copyright 2005-2007 Distretto Calzaturiero Veneto ?Tutti i diritti riservati.
Sede: via Mazzini, 2 30039 Stra (VE) Italy - Tel: +39 049.9801422 - Fax +39 049.9800503 - Email info@distrettocalzaturieroveneto.it
P.Iva 03161180272 - Con il contributo della Regione Veneto L.R. 8/2003 e delle Camere di Commercio di Padova e Venezia